Tag / fascismo

Ricordate cosa aveva detto Casa Pound a proposito di Casseri? Non si trattava di un membro, ma solamente di "un simpatizzante , come altre centinaia di persone in Toscana, e altre migliaia in tutta Italia, alle quali, come del resto avviene in tutti i movimenti e le associazioni e non solo in Cpi, non siamo soliti chiedere la patente di sanità mentale". Insomma, "non era un militante della nostra associazione, frequentava talvolta la sede di Pistoia e non abbiamo motivo per tenerlo nascosto". Già. Peccato che ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 15.12.2011

(Immagine: Tonus.) Certo, il gesto è stato un po' estremo, il gesto di un folle. Ma non bisogna sottovalutarlo. Potrebbe (o lo è già) diventare espressione di un'Italia sofferente, di un'Italia in crisi, di un'Italia bisognosa di ritrovare i propri valori e radici. Quindi, perfavore, evitiamo di mettere di mezzo il razzismo quando ci sono delle patologie da TSO. Che poi, diciamocelo, il tizio ha fatto benissimo a suicidarsi: in tribunale gli avrebbero fatto passare una trafila da fare impallidire Torquemada. Siete stati a Firenze ultimamente? No? ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 14.12.2011

(Una versione di questo articolo è stata pubblicata su Linkiesta.) Grazie, Europa. È questo quello a cui devono aver pensato i tre esponenti del LAOS (Coalizione Popolare Ortodossa) Makis Voridis, fresco Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Adonis Georgiades, nominato viceministro allo Sviluppo, e Giorgos Karatzaferis, deputato e presidente del partito di destra radicale, mentre il 16 novembre l’esecutivo “tecnico” di Lucas Papademos otteneva la fiducia in parlamento con più di 250 voti su 300. A 37 anni dalla caduta dei colonnelli, lo sdoganamento definitivo dell’estrema destra ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 1.12.2011

Di Ernesto Pigiromano Panebattista dell'Ostellino Mentre i soliti tribuni della plebe onorano il 25 Aprile dovremmo chiederci perché questa giornata sia stata spesso faticosamente festeggiata e abbia diviso gli italiani piuttosto che unirli. Se vogliamo che la data diventi davvero federale (anche in senso fiscale), dovremmo parlarne con franchezza, senza infingimenti retorici, usando un linguaggio comprensibile per il lettore medio del Giornale. In primo luogo il 25 Aprile segna la fine di una guerra civile, vale a dire la conclusione di una vicenda in cui parole come ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 25.04.2010

Appena ho messo piede al Marco Polo di Venezia mi è sembrato tutto normale. Ero tornato per poco meno di una settimana dall'Erasmus a Parigi, principalmente per recuperare un barlume di eterossessualità e per farmi trapiantare un fegato nuovo. Sapevo che c'erano state le Regionali, a cui non ho votato per mancanza di alternativa tra Zaia, Zaia e Zaia, ma sapevo altresì che la transizione, dopo 15 anni ininterrotti di strapotere forzista, avrebbe impiegato più di qualche ora per arrivare a conclusione. Mi sbagliavo, terribilmente. Di ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 6.04.2010

Di Matteo Mazzoni (traduzione e note) Un potere che non guarda ai mezzi e ai sostenitori temporanei ha già ottenuto un incontrollato underground giovanile fascista e – di conseguenza – il terrorismo politico Nell'ultimo anno la situazione della violenza politicia in Russia si fa sempre più tesa. E i flash mob dei nazional-bolscevichi ((Membri del partito Nazional-Bolscevico, che fonde elementi marxisti e nazionalisti. Non ha riconoscimento legale e un tempo si segnalava per azioni da squatter.)) con l'occupazione delle sale di ricevimento dei politici sembrano birichinate infantili ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 26.01.2010

"Noi Italiani ringraziamo Iddio che ci ha dato il Duce come guida in uno dei momenti più carichi di destino della nostra storia. Lui c'era quando la strage e la rovina di una guerra civile stavano per abbattersi su di noi che disputavamo il poco pane e il poco companatico che la nostra terra ci poteva dare. Lui ci portò la giustizia, la pace, il lavoro. Poi ci donò la coscienza della nostra forza e il coraggio di osare. Ha bonificato le paludi, ha risolto il ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 25.11.2009

Lo sporco e il pulito Sono ormai un paio d'anni che la satira italiana è confinata in uno scantinato, nutrita a malapena, picchiata ripetutamente, costretta a vedersi rimpiazzata dalle battute sugli accenti meridionali, dai vertici della Fao e da Nicholas Farrell. Ogni volta che questa cerca di riaffiorare dal sottosuolo per afferrare uno spiraglio di luce viene puntalmente ricacciata nel sottosuolo - un'ingombrante presenza oscena che non ha alcun diritto di reclamare il suo spazio. L'ultimo caso è stato quello del fumetto di Alessio Spataro, "La ministronza", ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 20.11.2009
Pagine1234