Tag / colpi di genio

Finalmente un gesto di libertà. Questo martedì, celebrazione dell'Olocausto, il sacrestano Angelo Idi di Vigevano ha accolto i fedeli con una fiammante svastica al braccio. Ora rischia una denuncia per non si sa quale reato. "È stata una mia li­bera espressione — ha replicato con grande stupore il nazista sacrista — Sia­mo ancora in un Paese libero, o no?" Purtroppo no: non siamo ancora liberi di essere obbligati a metterci croci uncinate sul corpo. Ma ci stiamo lavorando su.

Pubblicato da Blicero il 24.04.2009

(Foto: Flickr) Mi trovavo per strada, quando era certo che il Pdl avrebbe vinto in Abruzzo. Un piccolo capannello di persone si era formato davanti ad una vetrina con alcuni televisori esposti, per assistere allo spoglio elettorale. L'età media era di 83,1 anni. Lo sgomento e lo sconcerto si imprimevano terribilmente sui loro volti: era la prima volta che la microscopica folla riformista si trovava messa di fronte all'esistenza dell'Abruzzo. Una volta svelato il mistero è subito iniziato lo scontro tra i sipuòfare, ma dopo una ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 16.12.2008

Wired è una celebre rivista americana fondata nel 1993 che si occupa principalmente di tecnologia e di come questa influenzi la politica, la società, la cultura, i costumi e molte altre cose ancora. In passato ci hanno scritto autori come Douglas Coupland e William Gibson, ed ogni tanto si possono ancora trovare articoli interessanti e stimolanti. E' considerato il magazine per antonomasia dei geek/nerd, grazie alla sua linea estremamente libertaria, tecno-utopista-elitista e vagamente antani con fuochi fatui e sbiriguda. E' una rivista che si prende dannatamente ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 4.12.2008

I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi che dovrebbero aver paura dei popoli. V A volte stento a credere che l'Italia faccia ancora parte dell'Unione Europea. Non abbiamo niente che ci accomuni, a partire dalle radici cristiane e dal ripudio del Rocco Horror Picture Show del 2004 sino ad arrivare alla questione più importante di tutte: la Padania. L'ultima dimostrazione in merito è stata la manifestazione neonazista di Colonia (c'era anche Borghezio!!1) repressa vergognosamente - un proditorio assalto alla libertà d'espressione delle ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 19.11.2008

Ho sempre avuto un rapporto piuttosto conflittuale con il Supremo Dirimpettaio, al secolo Dio. L'ho sempre accusato di essere un mattacchione, un Demiurgo piuttosto sbadato, impreciso e pasticcione. Il classico studente che ha grandi potenzialità (quasi infinite, oserei direi), ma che non si applica. Uno dei suoi errori più grandi è quello di aver dato all'Uomo, la sua creatura preferita, il libero arbitrio. Gran cosa, certo, se non fosse utilizzata esclusivamente per vincolarsi ancora di più, per erodere lentamente le libertà civili, per mettere telecamere ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 21.10.2008

Si consuma l'ennesimo scandalo all'ombra del terremoto che sta mettendo in ginocchio la finanza internazionale. Il ricatto di Tremonti è capzioso, anti-italiano, di stampo putiniano: se non si ritira l'emendamento salva-manager, io me ne vado. No, non funziona così. E dire che tutto è partito dal solito travisamento a fini politici operato dalla stampa forcaiola e trotzkista di Report e Repubblica. Nessuno ha riconosciuto il nobile intento sotteso alla misura legislativa infilata di soppiatto nel ddl salva-Alitalia (c'è ancora qualcun altro da salvare, per caso?) e ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 9.10.2008

Il caso del sito che ha messo online la falsa notizia della morte di Marge Simpson è la spia delle degenerazioni che stanno avvenendo nel mondo dell'informazione. I blog e le e-zine si stanno avviando ormai verso la perigliosa strada dell'hacking informatico, del sabotaggio mediatico e del guerrilla newsmaking. Una strada dissestata. Pericolosa. Irresponsabile. Le funzioni primarie dei blog curati da ventenni appartenenti a centrali deviate dei servizi segreti o da pensionati in cerca di gloria dovrebbero essere, infatti: creare opinione; stimolare il dibattito politico; controllare ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 23.09.2008

In Italia i fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti. Ennio Flaiano L'onda lunga dell'8 settembre ci ha finalmente consegnato un dibbattito sano sul fascismo e sulle sue derivazioni. Dopo anni di insulsa retorica democratica, di massimi sistemi giusfilosofici e di miserabili eulogie sulla giustizia sociale e quant'altro, finalmente siamo giunti ad una sacrosanta Endlösung: il fascismo è stato un fenomeno complesso - quindi positivo; le leggi razziali saranno pur state un male assoluto - ma necessario, quindi un bene moderato per difendere ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 13.09.2008
Pagine123