Tag / strategia della tensione

Quando ho letto dell'attentato a Belpietro ho avuto un'enorme paura, lo ammetto. Non sono riuscito ad addormentarmi, quella notte. Scorrevano in testa immagini wagneriano-apocalittiche, molotov nelle redazioni dei giornali, folle silenziose asseragliate per le strade d'Italia, masse mascherate dal direttore di Libero che non chiedevano altro che un passo indietro, un ritorno alla civiltà, un abbassamento dei toni. Per calmarmi ho avuto bisogno di allestire un laboratorio di metanfetamina; e di molto masturbazione insieme a Tyra Moore. Poi ho realizzato che l'attentato, dopotutto, era fallito ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 19.10.2010

I – Espirare “Ci troviamo di fronte a trame intessute segretamente, da chi ha mezzi e obbiettivi precisi...” La voce del sindacalista Cisl Franco Castrezzati si leva nitida e profonda nella mattinata del 28 maggio 1974, una voce che si diffonde all'interno del perimetro delimitato da palazzi, arcate e decorazioni scultoree, le parole accompagnate dalla palpabile vibrazione collettiva che attraversa la folla radunata per la manifestazione antifascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista. “...Sono così venuti alla luce "uomini di primo piano", "mandanti" e "finanziatori" che, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 9.10.2009

Il decennio più buio della storia d'Italia. Terrorismo. Stragi. Strategia della tensione. Una guerra civile sporca, strisciante. Gli anni Settanta - il grande rimosso nell'immaginario collettivo. Testimoniato dal recente, squallido dibattito sulla teoria del "Doppio Stato", che ha visto sugli scudi il solito Pigi Battista ((Che si è preso una bella licenza poetica, su input del Quirinale.)): gran parte degli sforzi giornalistici e storiografici degli ultimi 20 anni sono bollati come "misteriologia superstiziosa", "racconto cospirazionista", "ghirigori storiografici" e via delirando. Fortunatamente una parte della letteratura si ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 11.07.2009

(Articolo scritto in occasione dello scorso anniversario della morte del generale Dalla Chiesa, leggermente aggiornato. Non è cambiato nulla, ovviamente.) 3/9/2008-3/9/1982. Ventisei anni. Troppi, per ricordare. Meglio parlare d’altro. Meglio non parlarne proprio. Nel 2008, la commemorazione di un eroe civile non fa notizia. Si capisce. Dalla Chiesa non è Alba Parietti. Dalla Chiesa non vendeva l'esclusiva a Vanity Fair per farsi ritrarre senza veli alla soglie dei cinquant'anni. Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa appartiene ad un’altra epoca. Appartiene a ventisei anni fa. Ventisei anni fa ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.09.2008

** Il processo sulla strage di via D’Amelio non apporta tutte le verità che ci si aspettava ((Le frasi riportate all'interno degli asterischi sono tratte dalla sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Caltanissetta nell'ambito del procedimento denominato "Borsellino-bis")). ** Borsellino uomo di Stato, morto per lo Stato, legalità, lotta alla mafia, carcere duro, esempio, modello, ricordo, omaggio, coraggio, spirito di sacrificio, commozione, partecipazione, famiglia, brutale spirale mafiosa. Questi i lemmi, gli ipertesti dilanganti nell'infornografia odierna. 19 luglio 1992. 19 luglio 2008. La sbornia commemorativa raggiunge i ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 19.07.2008

La strage di Ustica ha avuto, sin dal primo momento, un fortissimo impatto sull'opinione pubblica e sulla scena politica del momento. La magistratura ha aperto in diverse sedi, subito dopo la caduta del DC9, varie indagini che poi si sono dipanate in 27 anni di storia italiana. Sono state prodotte più di due milioni di pagine di atti, migliaia sono state le udienze, moltissimi i soldi spesi per il recupero del relitto (affidata prima ad una società francese, poi ad una inglese), per le perizie, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 10.06.2008

La lunga serie di depistaggi e di inquinamenti che affastellano la storia dell'abbattimento del DC9 Itavia a Ustica inizia poco dopo l'avvenimento della strage. Ad incominciare dalle cause della caduta. La prima ipotesi accreditata è quella del cedimento strutturale, che comincia a circolare dai primissimi momenti dell'indagine aperta immediatamente dalla magistratura e dal governo. Al seguito di questa, vengono fatte circolare ulteriori, e decisamente più stravaganti, ipotesi, quali la caduta di un meteorite, il cedimento “psicologico” dei piloti, l'ammaraggio, con conseguente galleggiamento (durato 10 ore) ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 7.06.2008

B: eh, a lei chi gliel'ha detto che è caduto? S: guardi questo qui doveva atterrare già alle 9 e 13 su Palermo B: sì, queste notizie io ce l'ho tutte quante, lei mi ha detto che è caduto, chi gliel'ha detto? S: e io penso che sia caduto… B: ah, ecco pensa…S: no, ma le mie supposizioni sono... sono abbastanza serie, non sono… B: pure le nostre purtroppo, uno cerca sempre di sperare che non sia così, se lei mi dice, io devo ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.06.2008
Pagine12