Tag / cinema

La mattina del 30 agosto 1979 il tennista serbo Ivko Plećević scende dall'abitazione di Belgrado, tira fuori le chiavi della sua Porsche bianca modello Carrera 911-S Targa e si prepara ad andare in Germania. C’è solo un piccolo problema: la Porsche è sparita. “All’epoca i furti di auto non erano molto frequenti. È stato uno choc non vederla lì”, dirà molti anni dopo il tennista. Il giorno prima del furto Josif Broz Tito era atterrato all’Havana, accolto in pompa magna da Fidel Castro, per partecipare ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 28.05.2012

"Agli artisti del cinema del Korean Film Studio Kim Jong Il manca ora più che mai", scriveva qualche tempo fa l'edizione inglese del quotidiano nordcoreano Rodong Sinmun. "I loro ricordi indelebili partono dal 1965, quando il film "The Path to Awakening" veniva realizzato sotto la sua guida. Quelli erano i tempi in cui gli artisti del cinema coreano erano addestrati a rimanere fedeli al Partito dei Lavoratori e all'idea di Juche". L'articolo finiva così: "Lo studio ha prodotto più di 900 film dal 1965 al ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 13.03.2012

Da morto, Kim Jong-Il è probabilmente la persona che ha suscitato più pianti di massa di tutta la Storia. Da vivo è stato dittatore, "Padre del Popolo", "Più alta incarnazione dell’amore cameratesco della rivoluzione", "Caro Leader, colui che è la perfetta incarnazione dell’apparenza che dovrebbe avere un leader" ((E talmente tanti altri titoli da far invidia a Idi Amin.)), straordinario giocatore di golf, indefesso lavoratore, trend setter in fatto di moda, raffinato gourmant e, tra le mille altre cose, accanito cinefilo. La passione per il ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 21.12.2011

Nel 2003 Jean Claude Van Damme si rende conto di una cosa molto semplice: gli anni '90 sono finiti da un pezzo. Il suo momento artistico è difficile e sembra che tutti, a partire dalla grande industria, stiano cominciando a dimenticarsi di lui. Anche il suo genere, l'Action, vive sospeso tra lo stallo post-sbornia ed il rigurgito di disprezzo della Critica Che Conta (CCC). Ma c'è ancora qualcuno che si ricorda bene di lui. È Ringo Lam, regista di thriller d'azione di Hong Kong con cui ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 21.11.2011

Sono senza cervello, si muovono prevalentemente in gruppo, mettono i brividi e sono disposti ad aspettare per giorni noncuranti di ciò che succede attorno a loro pur di ottenere quello che vogliono. No, non sto parlando degli utenti Apple il giorno dell’uscita del nuovo MacBook Air, ma degli zombie. Se è vero che la figura del morto che ritorna come involucro senz’anima risale agli albori della civiltà e negli anni ha in un modo o nell’altro trovato posto nelle leggende metropolitane di tutte le culture del ... Leggi tutto

Pubblicato da Benway il 12.11.2010

Non deve essere per niente facile essere figli d'arte. Ci sono i pro, certo, ma spesso i contro li superano di gran lunga; è difficile essere il figlio di Frank Zappa e fare meglio del padre, così come è difficile essere il figlio di Michael Bay e fare peggio. A volte, però, il talento di un padre può trasmettersi al figlio grazie ad una combinazione di geni e di meme, e questo è il caso di Romain Gavras, figlio di Costantin Costa-Gavras, autore di "Z" ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 22.09.2010

Un'apertura così non poteva essere più eloquente: delle giovani costrette in abiti succinti danzano al ritmo di un'orrida musica elettronica, vere e proprie vittime sacrificali di un sistema che spreme il meglio dall'animo di chi ha ancora l'ardire di stare in questo mondo e poi ti getta via, nel lettone di un primo ministro russo autoritario, in un'orgia a base di eroina e politica o, alla peggio, in un ministero. Lo "Scaccomatto" del Carlo Fumo ci dimostra ancora una volta, se possibile, che il cinema italiano ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 6.05.2010

Un grosso suv nero si muove placidamente tra le strade di un elegante quartiere residenziale. Ci sono le villette a due piani dai colori tenui e gradevoli, i giardini curati e innaffiati, la scolaresca che attraversa la strada e la famiglia felice che si prepara per un viaggio, probabilmente nella seconda o terza casa in qualche isola tropicale con 40° all'ombra - per tutto l'anno. Tutto perfetto. Tutto recintato da mura, filo spinato e telecamere di sorveglianza. Fuori dalla Zona. Una sterminata distesa di case abusive ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.11.2009
Pagine12