Dipartimento / Sabonisgrad

Un secolo fa, quando si poteva parlare di lotta di classe come di un evento futuro dall'esito ancora in bilico, Jack London immaginava nel suo Tallone di Ferro che avrebbe fatto parte della strategia dell'Oligarchia per sconfiggere il popolo anche l'asservimento dei sindacati privilegiati, con la creazione di un'aristocrazia operaia determinata a ricacciare indietro l'impeto dei propri simili. L'eroe del libro, Ernest Everhard, descrive con chiarezza il senso e lo status di queste aristocrazie, e l'attrattiva che inevitabilmente assumeranno agli occhi dei lavoratori: Ai sindacati privilegiati ... Leggi tutto

Pubblicato da Tamas il 3.12.2010

Una sera dell'estate 2006 ero in una piccola birreria di Norimberga, intento a guardare la partita della Solania ((Quella artificiosa e poco funzionale creatura della diplomazia internazionale meglio nota come Serbia-Montenegro.)). Seduto vicino a me c'era un croato, veterano di guerra, che diceva cose sorprendenti. Lo sport e la birra hanno il potere di rendere i giovani maschi emotivi e sinceri più di mille altre terapie e di mille altri accorgimenti, si sa; per questo motivo, non ho mai dubitato della sincerità delle parole di ... Leggi tutto

Pubblicato da Tamas il 3.11.2010

"Gesù ha detto di porgere l'altra guancia se ti colpiscono una volta, ma non ha detto cosa fare quando ti colpiscono due volte." - Zvonimir Boban Il 13 maggio 1990 il mondo si accorse da una partita di calcio che qualcosa non andava in Jugoslavia ((A tal proposito, l'ottimo documentario "The Last Yugoslavian Football Team" ripercorre la dissoluzione della Jugoslavia attraverso il calcio.)). Le immagini ce le ricordiamo tutti: gli slogan lugubri, gli scontri sugli spalti e in campo, gli stessi giocatori coinvolti nelle risse. L’icona ... Leggi tutto

Pubblicato da Tamas il 13.10.2010

Il primo mondiale che ricordo nitidamente è USA '94. Fortemente voluto da Kissinger, che oltre al napalm e ai colpi di stato amava molto il rettangolo di gioco, fu un mondiale decisamente camp, con delle maglie orribili, capigliature criminogene, Baggio, Bebeto-Romario e l'hijo de puta di un Luis Enrique oltremodo sanguinante. Dopo l'ultimo rigore sopra la traversa, in lacrime fanciullesche, giurai vendetta ai brasiliani, ripromettendomi di accoltellarne uno random qualora mi fosse capitata l'occasione. Molti anni dopo ho scoperto che è molto più semplice farli ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 21.06.2010
Pagine12