Dipartimento / Italian Tabloid

Mandare l'esercito a pattugliare le città? E allora, cosa c'è di strano? Si può fare. In Darfur si fa così, e non mi pare che nessuno si scandalizzi. Nella striscia di Gaza se uno vede un'uniforme mica grida alla deriva della democrazia. Per non parlare di Baghdad o di Kabul: i soldati sono sempre stati di grande aiuto nel mantenere saldamente l'ordine pubblico. Guardate che risultati! Chi non la pensa così è un terrorista complice morale del 9/11 ed è favorevole all'Unione Europea, cioè all'Eurabia, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 14.06.2008

Ma davvero c'è ancora chi pensa che, di fronte allo sfacelo economico, al dilagante degrado sociale, morale e culturare, all'allignamento della corruzione, alla batosta agli Europei (soprattutto) e all'insignificanza dell'Italia nel panorama globale, la legge sulle intercettazioni non sia di fondamentale importanza? Beh, certo, forse un pò meno importante di Fede testimone di nozze della Gregoraci (certo che dimenticarsi così di Salvo Sottile, insomma, che squallore!), di una strizzata alla prostata di Bossi o di un cunnilingus di Veltroni, ma comunque decisivo per le sorti ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 11.06.2008

La strage di Ustica ha avuto, sin dal primo momento, un fortissimo impatto sull'opinione pubblica e sulla scena politica del momento. La magistratura ha aperto in diverse sedi, subito dopo la caduta del DC9, varie indagini che poi si sono dipanate in 27 anni di storia italiana. Sono state prodotte più di due milioni di pagine di atti, migliaia sono state le udienze, moltissimi i soldi spesi per il recupero del relitto (affidata prima ad una società francese, poi ad una inglese), per le perizie, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 10.06.2008

La lunga serie di depistaggi e di inquinamenti che affastellano la storia dell'abbattimento del DC9 Itavia a Ustica inizia poco dopo l'avvenimento della strage. Ad incominciare dalle cause della caduta. La prima ipotesi accreditata è quella del cedimento strutturale, che comincia a circolare dai primissimi momenti dell'indagine aperta immediatamente dalla magistratura e dal governo. Al seguito di questa, vengono fatte circolare ulteriori, e decisamente più stravaganti, ipotesi, quali la caduta di un meteorite, il cedimento “psicologico” dei piloti, l'ammaraggio, con conseguente galleggiamento (durato 10 ore) ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 7.06.2008

B: eh, a lei chi gliel'ha detto che è caduto? S: guardi questo qui doveva atterrare già alle 9 e 13 su Palermo B: sì, queste notizie io ce l'ho tutte quante, lei mi ha detto che è caduto, chi gliel'ha detto? S: e io penso che sia caduto… B: ah, ecco pensa…S: no, ma le mie supposizioni sono... sono abbastanza serie, non sono… B: pure le nostre purtroppo, uno cerca sempre di sperare che non sia così, se lei mi dice, io devo ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.06.2008

Argenteuil, cintura Nord parigina. Francia. Una donna va al commissariato locale. È una formalità. Una semplice complicanza burocratica. Un banale incidente automobilistico – c’è un errore/quella macchina non è mia/l’ho venduta anni fa. All’improvviso, le manette. Gelide, stringenti, avvolgenti. All’improvviso, quella donna è Marina Petrella. Marina Petrella - non un nome a caso. Il nome della ex donna di vertice della colonna romana delle Br. Il nome della donna condannata all’ergastolo nel “Moro ter”. Il nome di una latitante. Marina Petrella, ad Argenteuil, in Francia, è a ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 30.05.2008

BASTA. Basta. Finitela di mettervi in bocca il suo nome. Finitela di imputridirlo, di sporcarlo, di rovinarlo. Finitela con questa raccapriccianti commemorazioni. Lasciateli stare. Lasciate loro almeno l'oblio. Lasciateli parlare. I morti. Inutilmente. Sacrificati per chi? Hanno vinto loro. La mafia ha vinto, bisogna imprimerselo bene in testa. Non lasciarselo sfuggire. Marchiarselo a fuoco. Dolorosamente. Disperatamente. La mafia ha vinto, Giovanni Falcone e signora Francesca. La mafia ha vinto, uomini della scorta. E nulla ormai, a parte la vergogna e l'orrore, cammina più sulle nostre ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 23.05.2008

Che cos'è la satira? Secondo la leggendaria definizione dello studio Previti, la satira è «quella cosa che assolve la funzione di mitizzare e umanizzare i personaggi famosi favorendo la diffusione di un clima di tolleranza che attenuerebbe le tensioni sociali». Uhmm! Già. Sicuramente. Anche negli Stati Uniti, ad esempio, è così. Più o meno, eh. Un dubbio: che c'entri qualcosa con il fatto che siamo di nuovo sprofondati nella semi libertà per quanto riguarda l'informazione? Naaah. Di seguito la traduzione di un articolo dell'Economist, con un'avvertenza: ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 23.05.2008