Tag / wtf

Nel 1763 Cesare Beccaria diede alle stampe "Dei delitti e delle pene", cambiando per sempre il corso del Diritto. Nel 1927 andò sul grande schermo "Metropolis" di Fritz Lang, rivoluzionando il cinema. Nel 1979 l'Ayatollah Khomeyni prese il potere in Iran, sconvolgendo l'assetto geopolitico del Medio Oriente. Nel 2009 Renzo Bossi supera, dopo 3 tentativi infruttuosi, la maturità di Stato. È vero: gli Eventi Storici sono sempre indecifrabili, al momento del loro compimento.

Pubblicato da Blicero il 12.07.2009

After "Ad urne chiuse voglio spiegare a voi telespettatori perché il Tg1, malgrado le polemiche, ha avuto una posizione prudente sull'ultimo gossip o pettegolezzo del momento: le famose cene, feste o chiamatele come vi pare, nelle dimore private di Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli o Villa Certosa. Il motivo è semplice: dentro questa storia piena di allusioni, testimoni più o meno attendibili e rancori personali non c'è ancora una notizia certa e tantomeno un'ipotesi di reato che coinvolga il premier e i suoi collaboratori. Accade che semplici ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 23.06.2009

AAHRRGHHH VERGOGNA RRRRAHHHH SICUREZZA EEHEAARGHH L'ENNESIMO STUPRO UHHGH E SONO STATI PURE DUE FINANZIERI OOOORRGHH HANNO ABUSATO DEL POTERE GGGRRRRAAAHHR CHI PENSA ALLE NOSTRE DON--- Ah, ma era una prostituta. Romena, per giunta. Insomma, vanno anche capiti quei due. Sottopagati, lo stress, gli ormoni. Quella là poi mica era una Santa - poteva anche fare la badante, o starsene a casa sua. Ecco, io non sarei così duro. Italiani brava gente, dopotutto.

Pubblicato da Blicero il 19.06.2009

(Nella foto: marionette del giustizialismo italico accusano il patrizio Abberlusconi - oscurato per la privacy - di ogni nefandezza, a pochi giorni dalle elezioni.) ** Da oggi sono lieto di annunziare la mia collaborazione con il Corriere della Sera. Terrò una rubrica satirica sotto forma di lettere al Direttore con lo pseudonimo "Deborah Bergamini". ** Roma, I secolo A. C.: Lucio Sergio Catilina è un patrizio romano, uomo coraggioso e di parola. In breve tempo percorre con inaspettato successo tutta la carriera politica, coltivando idee di giustizia ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 18.06.2009

Mettiamo che io domani voglia fondare delle ronde paramilitari sul modello della Guardia Nazionale Padana. Non essendo padano, la chiamerò ovviamente Guardia Nazionale Italiana. La simbologia la prendo un po' dall'impero romano e un po' dal nazismo. Per le divise è molto semplice: faccio vedere The Blues Brothers ad un sarto e gli dico di farmi andare in giro vestito come un nazista dell'Illinois. A questo punto rimane solo il programma politico: essendo dichiaratamente di estrema destra, non ho bisogno di libri; le mie idee ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 16.06.2009

  DAL NOSTRO INVIATO – Il puzzo di fumo avvolge la stanza. Un gruppo di uomini è in cerchio. Sono seduti e stravaccati, l'aria sbattuta e contrita. Uno di questi ha il volto racchiuso tra le mani, rigato dalle lacrime, a coprire la vergogna. Guarda in basso, sussurra. Singhiozza vistosamente, il corpo scosso da fremiti e sussulti. “Mi avevano già condannato per stupro qualche anno fa...mi avevano beccato grazie alle intercettazioni, dopo 10 mesi di indagine. Sapete – alza la testa, una punta di antica fierezza ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 15.06.2009

La storia contemporanea dell'uomo è stata segnata da grandi movimenti e sollevazioni popolari che hanno sconvolto diversi ordini costituiti - le grandi rivoluzioni francese, russa, fascista, cubana, maoista e così via. Ora che siamo nel nuovo millennio, tuttavia, per fare una rivoluzione non servono ghigliottine, libretti rossi, manifesti di partiti o addirittura un'idea: basta chiamarsi Renato Brunetta, essere ministro e, soprattutto, basare il proprio programma politico sul numero di Topolino che leggesti nel 1959, nascosto sotto il banco, e che ti colpì particolarmente per la ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 28.05.2009

Cos'è la vita, se non la ricerca costante di un senso approssimativo alla lotta quotidiana? C'è chi che per dare un senso alla sua esistenza fa una dieta a base di Red Bull & infarti e chi cerca di tagliarsi le unghie con un cavatappi aspettando il giorno in cui  "Libero" fornirà una notizia credibile. Tuttavia questa recherche si fa terribilmente complicata quando ci si sveglia la mattina e si trova Gianfranco Rotondi nello specchio del proprio bagno. E si, è proprio la tua faccia quella ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 28.05.2009