Archivio / 2010

Un secolo fa, quando si poteva parlare di lotta di classe come di un evento futuro dall'esito ancora in bilico, Jack London immaginava nel suo Tallone di Ferro che avrebbe fatto parte della strategia dell'Oligarchia per sconfiggere il popolo anche l'asservimento dei sindacati privilegiati, con la creazione di un'aristocrazia operaia determinata a ricacciare indietro l'impeto dei propri simili. L'eroe del libro, Ernest Everhard, descrive con chiarezza il senso e lo status di queste aristocrazie, e l'attrattiva che inevitabilmente assumeranno agli occhi dei lavoratori: Ai sindacati privilegiati ... Leggi tutto

Pubblicato da Tamas il 3.12.2010

Se i popoli si conoscessero meglio, si odierebbero di più. - Ennio Flaiano (02:20:57 AM) Manning: be', è stato inviato a WL (02:21:18 AM) Manning: e dio solo sa cosa può succedere ora (02:22:27 AM) Manning: si spera discussioni a livello mondiale, dibattiti, e riforme (02:23:06 AM) Manning: se questo non dovesse accadere...allora siamo maledetti (02:23:18 AM) Manning: come specie (02:24:13 AM) Manning: se non succede nulla getterò ufficialmente la spugna su questa società Era il 25 maggio scorso quando il ventiduenne Bradley Manning – l'ex analista militare di intelligence che ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 30.11.2010

Il prossimo colpo di Wikileaks, l'annunciata pubblicazione di quasi 3 milioni di documenti diplomatici ((Edit 22:38: secondo i dati forniti dal Der Spiegel, si tratta di 251,287 cable e 8,000 direttive diplomatiche.)) del Dipartimento di Stato americano, sembra davvero una teen comedy nera a cavallo tra Clueless, Election, Heathers e Cruel Intentions. C'è il bullo più popolare della scuola (gli Stati Uniti) che per anni ha tenuto un diario in cui spargeva veleni su chiunque e, ora che qualcuno ha messo le mani sui suoi ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 27.11.2010

Scoccano a velocità sempre più crescente le lancette della Resa Dei Conti Finale, sullo sfondo della lenta e costante erosione del monolite del potere del Caro Leader. Ipotesi di transizioni morbide, crisi pilotate, luogotenenti e gerarchi che arrotano i coltelli per la battaglia finale e si dicono disposti a diventare killer per Lui, o magari a bruciare il Reichstag, ufficiali delle Schutzstaffel sezione "Il Giornale" che rispolverano Salò e accusano scrittori antimafiosi di essere mafiosi, raccogliendo anche firme contro di loro - una campagna di ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 19.11.2010

Sono senza cervello, si muovono prevalentemente in gruppo, mettono i brividi e sono disposti ad aspettare per giorni noncuranti di ciò che succede attorno a loro pur di ottenere quello che vogliono. No, non sto parlando degli utenti Apple il giorno dell’uscita del nuovo MacBook Air, ma degli zombie. Se è vero che la figura del morto che ritorna come involucro senz’anima risale agli albori della civiltà e negli anni ha in un modo o nell’altro trovato posto nelle leggende metropolitane di tutte le culture del ... Leggi tutto

Pubblicato da Benway il 12.11.2010

“Questo è un altro Abruzzo” dice un volontario della Protezione Civile riferendosi al terremoto di due anni fa, il cappellino calcato sulla fronte, lo sguardo a scrutare l'oscuro orizzonte devastato dall'alluvione, un territorio in cui il confine tra l'acqua e la terra è sottilissimo, poroso, letale, e tra i campi e l'aria è spaccato e reso irregolare da capannoni, casolari, fabbriche, ville. L'unico rumore che solca il cielo tetro e metallico e ancora gonfio di pioggia è quello furioso e quasi nevrotico dell'idrovora “Baldon” di ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 11.11.2010

Tempo fa scrissi su Patrizia D'Addario, la madrina dell'escortgate: . L'occasione era la manifestazione del popolo viola contro la legge-bavaglio: invitata dagli organizzatori, la D'Addario venne presa a insulti da giornalisti e grillinoviolisti e fu costretta ad andarsene. La scena si è ripetuta due giorni fa alla convention di Futuro e Libertà, quando, sempre invitata dagli organizzatori, è stata insultata e costretta ancora una volta ad andarsene, in lacrime. "La mia presenza qui non è una provocazione. Non credo di aver fatto un torto a nessuno. Non è ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 8.11.2010

Messi di fronte alla realtà, gli americani hanno scelto la Paura ancora una volta. Il 2 novembre i repubblicani hanno conquistato la Camera (decisivi i Tea Party), mentre al Senato i democratici sono in vantaggio di una manciata di seggi. Obama ha fatto un po' come Batman in “The Dark Knight”: si è assunto delle responsabilità che non aveva per cercare di salvare la baracca, e ha già teso la mano ai vincitori per collaborare – una mano che verrà quasi sicuramente sbranata dalle fauci onnivore ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 6.11.2010
Pagine12345...Ultima »