Archivio / 2011

Gli espropri proletari sembravano scomparsi con i pantaloni a zampa d'elefante e il capitolo finale della "trilogia della nevrosi" di Elio Petri. Ma grazie alla crisi, finalmente anche gli espropri sono diventati vintage - e dunque meritevoli di tornare in auge. Qui di seguito il comunicato dell'azione compiuta in Grecia (e dove, sennò?): Sabato 5 novembre 2011, un gruppo di compagni ha effettuato un esproprio in un supermercato di Exarchia ((Il quartiere anarchico di Atene.)) che fa parte della catena Bazar/Fresh Express. Prodotti di base e ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 10.11.2011

Oggi sulla Colonnina Destra™ di Repubblica.it fa capolino la fotogallery di Ron Jeremy che in bikini e Crocs cambia il round di un incontro di box a Los Angeles. Ora, non so se nei master di giornalismo esista il corso "Ron Jeremy Che Si Aggira Flaccido Su Un Ring È Una Delle Cose Che Eviterà La Scomparsa Dell'Essere Umano", ma se c'è sicuramente la sventurata didascalista non l'ha frequentato. A giudicare dall'articoletto di accompagnamento alle foto, invece, è più probabile che la suddetta abbia preso 30 ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 6.11.2011

C'era una volta, nel 1991, un contratto di sponsorizzazione tra una spigola imprenditrice, presidente di una squadra di pallacanestro, ed un potente polpo blu maculato palermitano, presidente di una società di raccolta pubblicitaria. La spigola disse: "Siamo molto interessati ad una sponsorizzazione, e desidereremmo ardentemente firmare il contratto!" Il polpo rispose che sì, avrebbero firmato il contratto e pagato la sponsorizzazione, ma che la spigola avrebbe restituito la metà dei soldi in nero. "Che cosa vuol dire in nero?" chiese meravigliata la spigola. "Cara spigola, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 4.11.2011

Come noto, stasera andrà in onda "Servizio Pubblico", la nuova reincarnazione web-televisiva di Michele Santoro, che si preannuncia una via di mezzo tra Corrado Formigli (con il 120% di martirologia in più) e Ben Hur. Ma chi guarderà davvero la trasmissione? Uno studio commissionato al prestigioso istituto di indagini demoscopiche L'Antro di Ernesto's - Wine Bar Snc ha rilevato quanto segue: 1) I forzati dell'indignazione contro la Casta; 2) Gli indignati contro i forzati dell'indignazione contro la Casta; 3) Quelli intimamente convinti che Santoro faccia il gioco di ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.11.2011

Il Consiglio dei Ministri conclusosi poco fa ha evitato (per ora) il dramma dei prelevi forzosi ed i conseguenti cacerolazos. E non solo: ha approvato alcuni provvedimenti fondamentali (tra cui un accordo con il Kazachstan sulla mafia) per rimettere in sesto questa sgangherata locomotiva chiamata Italia. Questo il più incisivo, senza dubbio: su proposta del Ministro degli affari esteri, Frattini: - un regolamento che dà attuazione alla legge n. 13 del 2011, con la quale si è riformato l’ “Ordine della Stella della Solidarietà Italiana”, ora denominato ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 3.11.2011

Matteo Renzi è appollaiato su una sedia, in giacca scura e camicia bianca, la testa reclinata verso il basso e lo sguardo bloccato sullo schermo del suo iPhone. Ha appena finito il collegamento in diretta con “Otto e mezzo”, nel quale la Gruber ha cercato in tutti i modi di metterlo in difficoltà. Resta in quella posizione per qualche lungo minuto, controllando i social network. Lui, il Sindaco. Il Custode Pro Tempore Dei Sogni Di Una Comunità. Il Cyberscout. Il Rottamatore. Il Candidato in pectore. È ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 2.11.2011

Nelle elezioni presidenziali statunitensi del 1972, George McGovern per un attimo sembrava in grado di sconfiggere Nixon. Underdog che aveva vinto le primarie del Partito Democratico contro tutti i pronostici, uomo onesto al di sopra delle lotte di partito che parlava di diritti civili e di ritiro totale dal Vietnam, McGovern era una sorta di incarnazione del buon senso, totalmente contrapposto alla Paranoia Cronica nixoniana. Il ticket elettorale tuttavia deragliò rovinosamente a causa di alcune cartelle cliniche filtrate sulla stampa (e tenute nascoste fino ad ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 27.10.2011

Scriveva Elias Canetti: “Nel giornale si trova tutto. Basta leggerlo con sufficiente odio”. Un aforisma che in Ungheria, negli ultimi mesi, è diventato programma di governo. Tanto da far approvare una tra le leggi sull’informazione più restrittive che si siano viste in Europa dai roghi a Berlino negli anni ’30 del secolo scorso o dal sistema integrato di censura/intercettazioni targato DDR. Lo scorso 20 dicembre il parlamento magiaro, del quale il partito di centrodestra Fidesz (Unione Civica Ungherese) del premier Viktor Orbán detiene i due ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 26.10.2011