Bestof / Lavori selezionati 2008-2014

“Questo è un altro Abruzzo” dice un volontario della Protezione Civile riferendosi al terremoto di due anni fa, il cappellino calcato sulla fronte, lo sguardo a scrutare l'oscuro orizzonte devastato dall'alluvione, un territorio in cui il confine tra l'acqua e la terra è sottilissimo, poroso, letale, e tra i campi e l'aria è spaccato e reso irregolare da capannoni, casolari, fabbriche, ville. L'unico rumore che solca il cielo tetro e metallico e ancora gonfio di pioggia è quello furioso e quasi nevrotico dell'idrovora “Baldon” di ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 11.11.2010

Il ventre molle e caldo dei Magazzini Generali accoglie senza resistenze la mia penetrazione nella data milanese dell'Adult Music Tour di Immanuel Casto, il 16 ottobre 2010. L'autunno sta ormai per sequestrare i rimasugli dell'estate nel suo garage, e con l'aiuto della pioggia si appresta a strangolarlo. All'interno della discoteca  invece il clima è tropicale, e lo sbalzo mi fa quasi dimenticare di aver appena visto un bambino di non più di 10 anni aggirarsi tra la fila che aspetta di consegnare le giacche al guardaroba, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 25.10.2010

Gaza. Una sorta di versione moderna del concetto di "splendore del supplizio" di Michel Foucault, dove vivere è un'esperienza estrema e imprevedibile, una terra martoriata dove tutto è già successo e tutto può ancora succedere. Lina è una ragazza di 21 anni nata in Kuwait e tornata in Palestina insieme alla sua famiglia nel 1995. Studia letteratura inglese all'università islamica di Gaza, ascolta gli Outlandish (un gruppo danese di hip-hop impegnato formato da immigrati) e i Coldplay, disegna, scrive poesie e si informa tramite BBC, Haaretz, ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 8.10.2010

Mia madre me lo avrà ripetuto un numero tendente a ∞ di volte: “Smettila di stare appiccicato allo schermo! Che ti vengono gli occhi rossi e l’epilessia!” Io, naturalmente, non l’ho mai ascoltata e sono cresciuto (anche) a forza di videogiochi, presentandomi regolarmente a cena con gli occhi rossi e rantolando per terra con la schiuma alla bocca. Negli anni della mia adolescenza non l’ho mai sentita dire, però, “smettila di perdere le ore dentro quel museo!” Ma se mi avesse visto passare circa tre ore ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 1.10.2010

La prima volta che ho visto il trailer di "A serbian film" ho pensato: "Questo potrebbe essere il film della mia vita". E subito dopo: "Nonché di qualcuno che è stato più volte legato ad un letto con delle cinghie di cuoio e tenuto sotto sedativi 24/7". I requisiti c'erano tutti: una trama oscillante tra l'horror, il cannibal movie senza i cannibali e il torture porn, bellissime donne serbe nude e seminude, l'angosciante dubstep di Wikluh Sky e, soprattutto, il fatto che il film provenisse ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 11.09.2010

(Immagine di Tonus) Nel 1988, a tenere alta la bandiera del complottismo c’erano i Casaubon, i Belbo e i Diotallevi del “Pendolo di Foucault” di Umberto Eco. Ora, nell’epoca di Internet, ci sono Laura Caselli e Daniele Di Luciano, una coppia di ragazzi che invece di farsi soffocare dal conformismo dilagante, dai prestiti obbligazionari e dalle zecche di Stato ha deciso di portare avanti una pericolosa battaglia per squarciare il velo di Maya dell’ipocrisia e della (dis)informazione masso-diretta imperante nella nostra società dello spettacolo “trilaterale”. Già ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 8.09.2010

Ciao, Francesco. Aldo? Finalmente sei riuscito a trovarmi. Sì, grazie a Dio. Ma non è dipeso da te. Neanche questa volta. Ti capisco, se sei arrabbiato con me. Non lo sono. Mi sono venuti i capelli bianchi e le macchie sulla pelle dopo quei 55 giorni infernali. A me sono venuti dei fori di proiettile sulla schiena. Non fare così, ti prego. Siete stati malvagi, grotteschi, cinici, spregiudicati, sconsiderati. Feroci. Non potevamo fare altro. Continui a ripetertelo dopo 32 anni? No, non veramente. L'hai appena fatto. Ricordati che non sono uno di quei giornalisti che ti chiamavano la prima ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 24.08.2010

È seriamente innocente, dopotutto, quando la raccolgo con i suoi occhioni blu alla Miley Cirus, i capelli biondi contornati da un cerchietto, le sue origini semi-nobili a rendere la violenza che mi appresto ad infliggerle politicamente corretta, con l'aiuto di diverse pasticche somministrate senza il suo consenso. Sedici anni da poco compiuti, purtroppo un affare che si preannuncia semi-legale – anche se per me ne ha comunque quattordici. Mi confida nel bagno del palazzo in cui si sta svolgendo la festa, con la voce soffocata ... Leggi tutto

Pubblicato da Blicero il 12.07.2010
Pagine12345